fonte: www.money.it

Dove, come e quando ricaricare le auto elettriche?
Tutto quello che c’è da sapere per non avere ansia da ricarica.

Alcuni tra i maggiori dubbi legati alle auto elettriche riguardano la ricarica: in Italia l’autonomia ancora troppo ridotta e una rete di ricarica poco efficiente ostacolano la diffusione della mobilità elettrica.

L’apparato legislativo ha iniziato a muovere i primi passi per garantire un rifornimento energetico adeguato alle costruzioni, e i maggiori fornitori nazionali sono a lavoro con le case automobilistiche per dotare il Paese di una rete di colonnine di ricarica capillare ed efficiente.

Tanti tipi di colonnine ma pochi esemplari
Esistono colonnine di ricarica per auto elettriche di almeno tre tipologie, in base ai kW che erogano e in quanto tempo.

Ci sono 3 tipi di ricariche:
• standard
• super veloci
• ultra veloci, che però possono non essere utili a tutti i tipi di batterie.

Ne arriveranno di nuove e di più potenti anche in Italia, dove anche i Supercharger di Tesla saranno più facili da trovare. Di seguito, tutto quello che c’è da sapere per approcciarsi ad un’auto elettrica e alla sua ricarica.

Le colonnine ad accesso libero sono gratuite ed aperte a tutti, spesso collocate in parcheggi o aree private, ad esempio riservate ai clienti di un servizio a cui la colonnina è annessa.

Altrimenti il loro utilizzo è a pagamento. In entrambi i casi può non esserci il cavo integrato e bisogna quindi utilizzare il proprio.

Ricarica auto elettriche: dove, come e quando?
Ogni guidatore che voglia passare all’elettrico deve affrontare la preoccupazione legata alla ricarica: è la parte più complessa del possedere un’auto a batteria, soprattutto quando fuori dal proprio garage le colonnine di ricarica sono rare e lontane tra loro.

Le case produttrici stanno sviluppano i loro piani di ricarica sia con la collaborazione di piccole realtà energetiche che di grandi fornitori. Questo sta portando sulle strade italiane ampi investimenti, ad esempio da Enel, e nuovi formati tariffari per chi decide di passare all’elettrico.

La tendenza elettrica è diffusa in tutto il mondo e diverse case automobilistiche si stanno attrezzando. Ad esempio, nelgi Stati Uniti, Tesla installerà nuovi supercharger, rendendo la destinazione di ricarica anche un luogo di svago con cinema e ristoranti.

Le colonnine di ricarica possono essere trovate presso i centri commerciali, nei parcheggi dei supermercati fuori città, presso stazioni di rifornimento e presso aree di servizio sulle autostrade. Ancora, nei parcheggi di alcuni aeroporti, ma anche in aree del centro città.

Auto elettriche: la ricarica domestica
Molte case automobilistiche e service energetici consentono di installare nel proprio garage o nel proprio giardino delle stazioni di ricarica per l’auto a prezzi variabili.

La normativa europea prevede che ogni nuova struttura abitativa o lavorativa che abbia alcuni parametri debba aver installate una o più colonnine di ricarica. Questa soluzione può anche essere molto conveniente per chi ha un garage o un box di proprietà, di solito più comuni a chi abita fuori città.

La comodità sarebbe quella di poter partire da casa sempre con l’auto carica al massimo, in modo da non aver paura di ricaricare ovunque ci si trovi. Inoltre, per un uso efficiente dovrebbe cambiare l’abitudine secondo cui si fa benzina al momento del bisogno e non al momento in cui è possibile: come per la ricarica del cellulare, presso l’ufficio, e dovunque ci sia una presa di corrente, anche l’auto elettrica dovrà essere ricaricata – anche di poco – ogni volta che se ne ha l’occasione.

Un tipo di ricarica che diventerà molto diffuso è quello a disposizione nei posti di lavoro. Molte aziende, dagli Stati Uniti all’Europa centrale, stanno installando colonnine di ricarica per fare in modo che al termine della giornata lavorativa i propri dipendenti possano ritornare a casa con un’auto carica.

Gli automobilisti che non usufruiscono di un box o un garage e parcheggiano in strada sono quelli che avranno più difficoltà per passare all’elettrico, specialmente se non hanno la possibilità di ricaricare a lavoro.

Il futuro della ricarica
Le tecnologie più avanzate consentiranno di portare sul mercato automobili capaci di ricaricare abbondanti autonomie in pochi minuti.

La Marcigaglia Spa, nelle ultime costruzioni (anche condominiali) ha predisposto in ogni garage l’impiantistica necessaria per la ricarica delle auto elettriche. Apposite prese industriali, dotate di protezione totale a corpi solidi, polveri e all’immersione in acqua, sono collegate al contatore di ogni singolo appartamento e sono già pronte per ospitare l’apposito sistema di ricarica. Specifiche tecniche: 3 KW – 220 V – 16 ampere – IP 67 . Oltre alla presa industriale è prevista inoltre una presa standard. 

Ti potrebbero interessare anche questi post

Bollette gas: come calcolare ...

Spesso ci viene chiesto come poter calcolare/prevedere il costo di riscaldamento di...

Addolcitore per l’acqua: vantaggi ...

Fonte: www.ideegreen.it Addolcitore per acqua: funzionamento, vantaggi e svantaggi, opinioni e consigli. Tutte...

Caldaia: Quando è obbligatorio ...

Fonte: www.studiomadera.it Manutenzione e CONTROLLI caldaia gas 2018. Obblighi e frequenza Secondo la...

Illuminazione a LED: i ...

Fonte: www.consigli.manomano.it I LED sono lampadine economiche con una durata maggiore rispetto...

Gli effetti benefici delle ...

Fonte: www.intrage.it Gli effetti benefici delle piante d'appartamento Una casa ricca di piante...

Condizionatore: come consumare meno ...

Fonte: www.qualenergia.it - www.nostrofiglio.it Innanzitutto, capiamo subito una cosa importante: L'ARIA CONDIZIONATA FA MALE...

I Vantaggi del Cappotto ...

fonte: www.informazioneambiente.it L’isolamento a cappotto termico è una tecnica per la cosiddetta coibentazione...

Serramenti con Triplo vetro ...

fonte: www.cos-fer.it Perchè scegliere infissi (finestre) con triplo vetro? Gli infissi a...

Pitture ai Silicati di ...

fonte: www.lavorincasa.it Le pitture ai silicati, grazie alla loro alta traspirabilità e permeabilità,...

Riscaldamento a Pavimento: confort, ...

fonte: www.riscaldamento-a-pavimento.com Quando si acquista una casa uno degli aspetti che si valuta...

Ventilazione Meccanica Controllata (VMC): ...

fonte: www.inforinnovabili.it I sistemi di Ventilazione Controllata o Ventilazione Meccanica Controllata (VMC)...

Giardino: quanta acqua serve ...

Fonte: www.ideegreen.it Quanta acqua serve per irrigare il giardino? E per l’orto? La...

La siepe di Fotinia ...

Fonte: www.giardinaggio.net La photinia è una pianta molto usata per decorare sia parchi...

Energie Rinnovabili, ecco gli ...

FONTE: estratto dal DLGS 3 marzo 2011 , n. 28 - Allegato 3...

Inquinamento Luminoso: cos’è e ...

"Il cielo stellato, al pari di tutte le altre bellezze della natura,...

Animali in Condominio, è ...

FONTE:  www.tuttogreen.it La legge di riferimento è la 220/2012 del Codice Civile...

Terre e Rocce da ...

FONTE: ARPAV VENETO http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/suolo/terre-e-rocce-da-scavo Terre e rocce da scavo Il DPR 120/2017...

APE, AQE, Classi Energetiche ...

APE: dall’Enea il vademecum per il cittadino Attestato di Prestazione Energetica: pubblicato...