Tra le paure più grandi degli italiani c’è quella di subire un furto nella propria abitazione. Infatti, lasciare la propria casa incustodita quando si parte per le vacanze è una delle cose che più ci tormenta. Alleghiamo quindi, una breve GUIDA con 25 consigli utili per aiutare i cittadini a prevenire il rischio di furti in casa.


CHIUDERE PORTE E FINESTRE

  1. Accertarsi che il portone del palazzo, i garage, e la porta d’ingresso della casa siano debitamente chiusi.
  1. Chiudere la porta d’ingresso con più mandate, anche se ci si trova in casa, e non lasciare la chiave nella toppa in quanto i ladri potrebbero farla ruotare utilizzando una calamita o altro strumento.
  1. Controllare di aver chiuso le finestre ed abbassato le tapparelle anche in caso di breve assenza da casa.
  2. Prestare attenzione a lasciare le finestre aperte, soprattutto se l’abitazione è facilmente raggiungibile dal piano stradale o dal tetto.

CHIAVI

  1. Sostituire immediatamente la serratura in caso di smarrimento o furto delle chiavi di casa.
  1. Non consegnare le chiavi dell’abitazione a nessuno, se non a persone di fiducia, in quanto potrebbero essere duplicate fraudolentemente.
  1. Non utilizzare portachiavi con l’indicazione di nome ed indirizzo onde evitare, in caso di smarrimento, una facile individuazione dell’appartamento.

MASSIMA PRUDENZA

  1. Non fidarsi di gente sconosciuta, incontrata per strada, che vuole aiutarti (ad es. a portare la spesa) o che si finge amico di un parente o conoscente.
  1. Non aprire con il cancello o la porta dell’abitazione, a persone sconosciute.
  1. Creare una rete di collaborazione tra vicini al fine di segnalare movimenti sospetti o passaggi di persone estranee in zona e nei pressi dell’abitazione.
  1. Se vi sembra d’aver notato un’auto sospetta e non conosciuta nel quartiere, annotate: numero di targa, modello e colore dell’auto, giorno e ora. Questi dati potrebbero essere fondamentali per le forze dell’ordine. Se il fenomeno si ripete per più giorni, segnalare questi dati alla Polizia Locale.

BENI PREZIOSI

  1. Custodire i beni preziosi (gioeilli o somme di denaro) in luoghi diversi dall’abitazione, come le cassette di sicurezza delle Banche. Se non fosse possibile, è bene riporli in una cassaforte, evitando i nascondigli più comuni (cassetti, armadi, dietro i quadri, tra i libri o nei vasi).

SE SI E’ FUORI CASA

  1. Lasciare accesa una luce o una radio o un TV, nei casi di breve assenza o se si è soli in casa, al fine di mostrare che la casa è abitata.
  1. Chiedere agli addetti alle pulizie delle scale condominiali di riposizionare a terra lo zerbino della porta d’ingresso e di non lasciarlo sollevato poiché potrebbe indicare l’assenza del proprietario.
  1. Installare, se possibile, sistemi di sicurezza passiva (inferriate alle finestre; porta blindata; chiave a mappa europea; impianto d’allarme, videocitofono; telecamere a circuito chiuso; vetri antisfondamento).
  1. Tagliare le siepi o alberi vicino alle finestre perché forniscono un ottimo appiglio ai ladri per arrampicarsi. Sistemare il vialetto e tagliare l’erba prima di partire, in quanto un giardino in disordine può suggerire che il proprietario di casa è via da molto tempo.
  1. Chiedere ad un vicino di ritirare la posta dalla cassetta delle lettere in caso di assenza: non lasciare l’accumulo della posta non ritirata.
  2. Evitare di fornire informazioni agli estranei o sui social network riguardo a viaggi o brevi spostamenti; non inserire messaggi vocali in segreteria telefonica o risposte automatiche nella casella di posta elettronica che segnalino l’assenza da casa.
  1. In caso di assenza prolungata avvisare solo le persone di fiducia e concordare con una di loro controlli periodici dell’abitazione.

SISTEMI DI SICUREZZA

  1. Valutare, la possibilità di illuminare i punti esterni dell’abitazione, l’ingresso e le scale dell’edificio.
  1. Proteggere con una cassetta metallica chiusa a chiave il contatore o l’interruttore dell’energia elettrica se posto all’esterno dell’abitazione: in tal modo si evita che qualcuno possa staccare l’energia elettrica.
  1. Installare,  se  possibile,  sistemi  di  sicurezza  passiva  (inferriate  alle  finestre;  porta blindata;  chiave  a  mappa  europea;  impianto  d’allarme,  collegato  preferibilmente con la centrale operativa delle Forze dell’Ordine; videocitofono; telecamere; vetri antisfondamento)

SOSPETTO DI FURTO

  1. Non entrare in casa se la porta è aperta o sono visibili segni di effrazione: il ladro potrebbe essere ancora all’interno dell’abitazione e reagire sconsideratamente, anche con violenza; è essenziale avvisare immediatamente le Forze dell’Ordine.
  1. Fare un inventario, possibilmente corredato da fotografie, degli oggetti di valore; questo permette, in caso di furto, una migliore descrizione degli stessi, in sede di denuncia, ed in caso di ritrovamento, una più facile rivendicazione della proprietà.
  2. Tenere sempre comodi e portata di mano questi numeri di emergenza. Salvarli nella rubrica del telefonino oppure in un foglio di carta da tenere nel portafoglio: