Marcigaglia, costruzioni firmate

CoronaVirus: quante persone per metro quadrato possono stare in una stanza? Analisi sulla Densità di Affollamento idonea a rispettare la distanza di un metro tra le persone.

Aggiornamenti:

Maggio 2020Bar e Ristoranti (COVID 19)
INAIL ha pubblicato un documento tecnico dsedicato a BAR e RISTORANTI nel quale stabilisce lo standad di 4 mq per persona
CLICCA QUI per leggere il nostro approfonsimento BAR e RISTORANTI

26 Aprile 2020Esercizi Commerciali (COVID 19)
In base all’allegato 5 del DPCM del 26/04/2020, lo standard di affollamento massimo attributo agli esercizi commerciali è di
13,3 mq per persona (Esempio: in una stanza da 40 mq posso entrare 3 persone)

Marcigaglia Constructions Spa – Ufficio Qualità e Sicurezza

RIEPILOGO
Principali Standard Affollamento Massimo
con relativi riferienti di Legge.

Attenzione:
Solo gli indici con ***Covid19*** sono validi per l’emergenza contagio

Indice di Affollamento
Destinazione d’uso
mq
per persona
persone
per
mq
Riferimento Legge
Esercizi Commerciali
*** COVID 19 ***
13.300.08DPCM 26/04/20
Allegato 5
Camere Ospedale per infettivi12.50.08UNI 10339
Soggiorni, camere da letto, ufficio, 100.10UNI 10339
Uffici Open Space condivisi80.13UNI 10339
Negozi50.20UNI 10339
BAR e RISTORANTI
*** COVID 19 ***
40.25INAIL MAGGIO 2020
Asili e Scuole20.50UNI 10339
Sale Riunioni / Conferenze10.60UNI 10339
Luoghi di Culto1.430.70UNI 10339
Locali intrattenimento1.430.70DM 19/08/2020
Bar e Pasticcerie1.250.80UNI 10339

ASIAGO
NUOVI APPARTAMENTI in VENDITA
con CAMPO DA TENNIS e CUSTODE

clicca qui

Residenze Asiago – Nuovi Appartamenti IN VENDITA

Nell’articolo seguente, scritto precedentemente al DPCM 26/04/2020, si analizza geometricamente una serie di fattori e simulazioni….


Come stimare un indice di affollamento (mq per persona) rispettoso del criterio “Prevenzione Contagio Coronavirus” di 1 metro di distanza tra persone?

Nota. Esistono due unità di misura per misurare la desnità di affollamento:
“mq per persona (mq/p)” oppure “persone per mq (p/mq)” ….
che sono semplicemente una reciproca dell’altra.

Innanzitutto, prima di stimare ipotesi di calcolo empirico, è opportuno conoscere l’indice di affollamento per i locali di intrattanimento per pubblico spettacolo, indicato dal D.M. 19 Agosto 1996 che al Capitolo “4.1 AFFOLLAMENTO” indica : L’affollamento massimo deve essere stabilito come segue: …. b) nei locali, di cui all’art. 1, comma 1, lettere e) [locali di trattenimento, ovvero locali destinati a trattenimenti ed attrazioni varie, aree ubicate in esercizi pubblici ed attrezzate per accogliere spettacoli, con capienza superiore a 100 persone] pari a quanto risulta dal calcolo in base ad una densità di affollamento di 0,7 persone per metro quadrato [che reciprocamente, corrisponde a 1,428 metri quadrati per persona] .

Quindi, possiamo affermare che in base alla Legge, nei locali di pubblico intrattenimento, a condizioni normali, è prescritto un indice di affollamento pari a circa 1,428 circa 1,5 mq/persona.

Definito lo standard canonico per i luoghi di intrattenimento (pensato ovviamente prima dell’Emergenza Coronavirus) , vediamo come potrebbero cambiare le cose in base alle nuove prescrizioni di prevenzione sanitaria…

_________________

L’Emergenza CORONAVIRUS impone la Distanza di 1 metro (lineare) tra persone.

Il DPCM 4 MARZO 2020 – ALL. 1 , LETTERA D,
prescrive:

“Mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro.”

Cos’è il DROPLET ?
Questo è il criterio che stabilisce la distanza di sicurezza di almeno un metro, stabilito nelle nuove misure approvate in ottica di contenimento del coronavirus. Letteralmente, ‘droplet’ significa gocciolina in inglese, ma, per estensione, viene usato per indicare la distanza minima necessaria per impedire che le “goccioline di saliva” non arrivino ad altre persone starnutendo, tossendo o semplicemente parlando. Il coronavirus infatti si trasmette per via aerea.

———————————————————-

LO STUDIO GEOMETRICO della MARCIGAGLIA SPA e le ipotesi dei relativi indici di Affollamento

LO STUDIO GEOMETRICO sviluppato dalla Marcigaglia Constructions Spa, è pensato per analizzare geometricamente l’indice di affollamento derivante dall’applicazione della distanza di un metro lineare tra persone.

Clicca per aprire il Disegno formato Pdf …

_____________________________

____________________

Di seguito, analizzeremo i vari schemi contenuti nel disegno…

Figura 1, basata sul concetto di massima ottimizzazione con persone in piedi. Nello schema sono state disegnate due 2 diverse stanze (muro grigio scuro e muro grigio chiaro):

Fig.1 – Stanza A (muri in grigio chiaro) che misura 3 x 3 = 9 mq
In questa ipotesi di estrema ottimizzazione, sono state posizionate ben 9 persone. In base a questo schema, in una stanza di 9 mq di superficie, possono essere presenti ben 9 persone, a patto però che mantengano una posizione fissa e immobile. Va specificato che i tale simulazione ben 8 persone su 9 sono con le spalle al muro.

* Conclusioni: E’ evidente quindi, che questa ipotesi , che prevederebbe un indice di affollamento di 1 mq/persona è da considerarsi ALTAMENTE IMPROBABILE.

____________________

Fig.1 – Stanza B (muri in grigio scuro) che misura 4,7 x 4,7 = 22,09 mq
In questa ipotesi, la stanza è stata allargata per evitare che le persone siano con le spalle al muro. In base a questo schema, in una stanza di circa 22 mq di superficie, possono essere presenti ben 9 persone, a patto però mantengano sempre una posizione fissa (cioè senza movimento).

* Conclusioni: In questa ipotesi, che prevederebbe un indice di affollamento di circa 2,5 mq/persona può essere considerato PROBABILE a patto che le persone mantengano una posizione fissa e stabile, (esempio seduti su postazioni fisse)

____________________

Fig.2 (Area individuale di 4 – 5 mq)
In questa ipotesi invece abbiamo calcolato graficamente la superficie individuale necessaria per garantire la distanza di un 1 metro lineare da ciascun individuo circostante (potenzialmente in movimento). Emerge quindi la necessità di garantire una superficie individuale di circa :

• Se consideriamo il Quadrato: 2,235 x 2,235 = 5 mq a persona

• Se consideriamo il Cerchio: 2,235 / 2 x 3,14 = 4 mq a persona

Nota. In questa simulazione, volutamente per approssimazione, non conteggiamo il “sormonto” dell’area delle altre persone, in quanto ipotizziamo le persone in movimento e quindi NON in grado di garantire l’equidistanza geometrica.

Fig.3 (Area individuale di 1 mq)
In questa ipotesi, vediamo una simulazione grafica di una persona che occupa 1 mq, e notiamo subito che tale situazione (nel caso in cui gli altri individui siano in movimento) non si è in grado di soddisfare il requisito di distanza minima di 1 metro lineare dagli altri individui.

Fig.4 e 5 (Ipotesi di persone Sedute al tavolo)
In questa ipotesi, proviamo a calcolare la superficie occupata da persone sedute al tavolo, e che vogliono garantirsi la distanza di 1 metro dalle altre persone. Da queste simulazioni, appare evidente che 4 persone possono sedersi ad un tavolo standard che misura 80 x 180 cm, a condizione che nessuna persona sia seduta a capotavola.
Indicativamente, l’indice di affollamento per persone correttamente sedute su tavoli con misure standard, può essere approssimato a circa 2 mq per persona.

———————————————————-

RIEPILOGO
Densità di Affollamento

Ricordando che le nostre simulazioni grafiche NON hanno alcun valore di legge, ma in attesa che lo stato legiferi a riguardo, possiamo però illustrare alcune semplici considerazioni di carattere generale:
(che trovano conferma anche nell’Allegato A della UNI 10339 Versione del 17 Ottobre 2008 – ALLEGATA in fondo all’articolo)

a) L’indice di affollamento di 1 mq/persona
nella pratica reale è inadeguato poiché non è nè credibile né ipotizzabile pensare che le persone possano stare tutte contemporaneamente immobili e in posizioni perfettamente equidistanti.
Si specifica che nella normativa UNI 10339, NON esiste l’indice di 1 mq a persona. L’indice più prossimo è 1,25 mq per persona (0,8 p/mq) attributo a bar e pasticcerie.

b) L’indice Affollamento di 1,5 mq/persona
(persone sedute o in piedi ma in posizione fissa)
(indicato nel DM 19/08/1996 per il pubblico intrattenimento) risulta per definizione non adatto, poichè lo stesso DPCM 4.3.2020 studiato per l’emergenza coronavirus, vieta tali attività durante l’emergenza, dichiarando implicitamente non congruo l’affollamento medio di riferimento per queste specifiche attività.
Nella norma tecnica UNI 10339 l’indice di mq 1,5 per persona (0,7 p/mq) è attribuito a: spettatori seduti o in piedi, luoghi di culto, cinema, teatri, sale riunioni e sale da ballo … (tutte attività sospese dal DPCM 4/3/2020)

c) L’indice Affollamento di 2 mq/persona
(persone ferme e sedute su tavoli regolari)
può essere considerato adatto nel caso di persone ferme e sedute su tavoli con misure standard.
Nella norma tecnica UNI 10339 l’indice di mq 2 per persona (0,5 p/mq) è attribuito a: aule scolastiche, biblioteche, sale studio …

d) L’indice Affollamento di 3 – 4 mq/persona
(persone in attesa di muoversi)
si ritiene sia adeguato nei casi di persone in movimento, e comunque congruo per garantire il mantenimento della distanza di 1 metro a persona.
Nella norma tecnica UNI 10339 l’indice di mq 3-4 per persona (0,3 p/mq) è attribuito a: sale d’attesa, atri …

e) L’indice Affollamento di 5 mq a persona
(persone in movimento)
si ritiene sia adeguato per i maggiori casi di frequentazione pubblica.
Nella norma tecnica UNI 10339 l’indice di mq 5 per persona (0,2 p/mq) è attribuito a: attività commerciali, negozi, grandi magazzini …
E’ interessante notare, che le limitazioni previste dal DPCM 4/03/2020 (Limitazioni Coronavirus) NON interessato questo tipo di attività.

f) L’indice Affollamento di 13,3 mq a persona
(DPCM 26 APRILE 2020 – Allegato 5)
Al momento, risulta l’unico “standard di legge” riferito all’emergenza coronavirus.

E’ Interessante notare che tale standard si avvicina di molto all’indice definito dalla UNI 10339 indicato per
“camere per infettivi = 12,5 mq /persona

Esempio di stima di un calcolo di affollamento:

In una stanza di superficie netta calpestabile di circa 100 mq, potrebbero essere ospitate:

a) indice 1,25 mq/pers. = 80 persone ammassate

b) indice 1,5 mq /pers. = 67 persone ferme (in piedi o sedute)

c) indice 2 mq/pers. = 50 persone sedute al tavolo

d) indice 3 – 4 mq /pers = 33-25 persone in discreto movimento

e) indice 5 mq/pers. = 20 persone in continuo movimento

f) indice 13,3 mq/pers = 7,5 persone (DPCM 26/04/2020)
EMEGERNZA COVID 19 – CORONAVIRUS

______________________________________

Conclusioni

Allo stato attuale, l’unico parametro di legge per l’Emergenza Coronavirus COVID19, risulta l’Allegato 5 del DPCM 26/04/2020

13,3 mq per persona
(pari a circa 0,075 persone per mq)
Riferimento DPCM 26/04/2020
“Affollamento per Esercizi Commerciali”

Il quale risulta quasi 10 volte più prudente rispetto ai 1,5 mq/persone
(DM 19/08/96)

______________________________________

Indici di affollamento nella
UNI 10339 Versione del 17 Ottobre 2008
ALLEGATO A (informativa)

La presente appendice, con riferimento a varie categorie di edifici, fornisce i valori degli indici di affollamento (ossia del numero di persone presenti, ai fini progettuali per ogni metro quadrato di superficie calpestabile). Gli indici di affollamento si intendono convenzionali. Essi vengono fissati unicamente per i locali in cui sia previsto stazionamento di persone. Non vengono quindi definiti per transiti, corridoi, servizi , ecc.

UNI 10339 allegato A del 17.10.2008
CATEGORIA EDIFICI
Densità – Indici di Affollamento
Persone al mqMq per persona
ABITAZIONI CIVILI
Soggiorni, camere da letto0.110
COLLEGI, LUOGHI DI RICOVERO, CASE DI PENA, CASERME, CONVENTI
sale riunioni0.61,66
dormitori/camere0.110
RESIDENZE OCCUPATE SALTUARIAMENTE
(Vale quanto prescritto per le residenze a carattere continuativo)
ALBERGHI E PENSIONI ecc
ingresso, soggiorni0.25
sale conferenze/auditori (piccole)0.61,66
sale da pranzo0.661,5
camere da letto0.110
EDIFICI PER UFFICI E ASSIMILABILI
Uffici singoli0.110
Uffici open space0.128
Call-Center/Centro inserimento0.42,5
Locali riunione0.61,66
OSPEDALI CLINICHE, CASE DI CURA E ASSIMILABILI
degenze (2 -3 letti)0.110
corsie0.110
camere per infettivi0.0812,5
camere per immunodepressi0.0812,5
sale mediche0.110
soggiorni0.42,5
terapie fisiche0.25
diagnostiche0.110
EDIFICI ADIBITI AD ATTIVITÀ DI RICREATIVE ASSOCIATIVE DI CULTO E ASSIMILABILI (CINEMA, TEATRI, SALE PER CONGRESSI)
atri, sale attesa, zona bar annessa0.33,3
platee, loggioni, aree per il pubblico, sale cinematografiche, sale teatrali, sale per riunioni0.71,4
Sala scommesse0.42,5
MOSTRE MUSEI, BIBLIOTECHE LUOGHI DI CULTO
sale mostre pinacoteche, musei0.42,5
sale lettura biblioteche0.33,3
luoghi di culto0.71,4
BAR RISTORANTI, SALE DA BALLO
bar0.81,25
pasticcerie0.81,25
self-service0.661,5
sale da ballo/Discoteche0.71.4
ATTIVITÀ COMMERCIALE E ASSIMILABILI
grandi magazzini piano interrato0.25
negozi o reparti di grandi magazzini0.25
barbieri, saloni bellezza0.25
abbigliamento, calzature, mobili, ottici, fioristi, fotografi0.25
alimentari, lavasecco, farmacie0.25
zone pubblico banche, quartieri fieristici0.25
EDIFICI ADIBITI AD ATTIVITÀ SPORTIVA PISCINE, SAUNE E ASSIMILABILI
piscine (sala vasca)0.52
spogliatoi0.25
PALESTRE E ASSIMILABILI
palazzetti sportivi (campi da gioco)0.254
zone spettatori in piedi0.71,4
zone spettatori seduti0.71,4
spogliatoio atleti0.25
EDIFICI ADIBITI AD ATTIVITÀ SCOLASTICHE E ASSIMILABILI
asili nido e scuole materne0.52
aule scuole elementari0.52
aule scuole medie inferiori0.52
aule scuole medie superiori0.52
aule universitarie0.52
servizi, biblioteche, sale lettura0.33,3
aule musica e lingue0.52
laboratori chimici/biologici0.52
sale insegnanti0.52

Altri riferimenti

  • La distanza sociale (mediamente indicata dai 1,2 ai 3,5 metri) è utilizzata per la comunicazione tra conoscenti. La prossemica è la disciplina semiologica che studia i gesti, il comportamento, lo spazio e le distanze all’interno di una comunicazione, sia verbale sia non verbale.
  • Lo spazio minimo vitale nelle cella detentive (prigione) non può essere inferiore a 3 mq a persona e deve essere calcolato al netto di quello occupato dal tavolo e dal letto.
  • Nel settore dell’aeraulica, la norma tecnica UNI 10339 (appendice A) relativa alla progettazione di impianti di ricircolo e ventilazione d’aria, fornisce specifici indici di affollamento in base alle categorie di edifici (vedi capitolo sopra).

- fine articolo -

Hai trovato l'articolo interessante? Condividilo ora.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email

Altre Notizie interessanti ...

CONTATTACI

Compila il modulo e verrai ricontattato per ricevere tutte le informazioni richieste e, se lo vorrai, potrai prenotare una visita per visitare i nostri immobili.