Cos’è la Classe Energetica NZeb (edificio a energia quasi Zero) obbligatoria dal 1 gennaio 2021?

Marcigaglia, costruzioni firmate

Cos’è la Classe Energetica NZeb (edificio a energia quasi Zero) obbligatoria dal 1 gennaio 2021?

Fonte: www.logical.it

Edifici NZEB obbligatori in tutta Italia dal 1.01.2021

In tutta Italia entra in vigore il 1 gennaio 2021 l’obbligo di edifici nZEB per tutti gli immobili privati e pubblici*.
* Nel caso di edifici pubblici l’obbligo è scattato già dal 31/12/2018.

Cos’è e come si progetta un edificio nZEB?

Gli nZEB (acronimo di nearly Zero Energy Building = Edifici ad Energia Quasi Zero) sono edifici ad elevate prestazione energetiche che richiedono per il loro funzionamento un consumo energetico estremamente basso, quasi nullo.
Il loro fabbisogno è quindi coperto in maniera significativa da energia prodotta da fonti rinnovabili.

Cosa cambia per la Classe Energetica?

In realtà all’interno dell’APE (Attestato di Prestazione Energetica), le classi rimangono invariate. Un Edificio Nzeb sarà in classe A4 con la spunta EDIFICIO A ENERGIA QUASI ZERO (in alto destra)

I “Requisiti Minimi” per l'efficienza energetica degli edifici -  Laterizio.it

Il riferimento normativo

DLgs 192/2005 – coordinato con modifiche del DLgs 48/2020

Art. 4 – bis. Edifici ad energia quasi zero

comma 1
A partire dal 31 dicembre 2018, gli edifici di nuova costruzione occupati da pubbliche amministrazioni e di proprietà di queste ultime, ivi compresi gli edifici scolastici, devono essere edifici a energia quasi zero. Dal 1° gennaio 2021 la predetta disposizione è estesa a tutti gli edifici di nuova costruzione.

La nuova Legge energetica D.Lgs 48/2020 ha recepito la direttiva Europea 844 (EPBD III), rinnova le caratteristiche già definite dal Decreto Requisiti Minimi.
introducendo l’articolo 4 bis al DLgs 192/2005 ” Attuazione della direttiva (UE) 2018/844 che modifica la direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia e la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, della direttiva 2010/31/UE, sulla prestazione energetica nell’edilizia, e della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell’edilizia”

Cosa cambia rispetto allo standard precedente?

In via estremamente sintetica, si potrebbe semplificare in 2 punti:

1) un involucro ottimizzato per superare tutte le richieste di un nuovo edificio deve migliorare le sue prestazioni mediamente di un ulteriore 15% per poter diventare un nZEB

2) Le Fonti rinnovabili (vedi Allegato 3 del Dlgs 28/2011) dovranno avere un QR globale del 50% (contro il 35 % del 2015).

- fine articolo -

Hai trovato l'articolo interessante? Condividilo ora.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email

Altre Notizie interessanti ...

CONTATTACI

Compila il modulo e verrai ricontattato per ricevere tutte le informazioni richieste e, se lo vorrai, potrai prenotare una visita per visitare i nostri immobili.