Marcigaglia, costruzioni firmate

Fornello Elettrico a Induzione: vantaggi e svantaggi rispetto al fonello a gas

Fonte: www.ideegreen.it

Prima di analizzare vantaggi e svantaggi di un fornello a induzione vi spiegheremo il suo funzionamento. Il fornello a induzione sfrutta il principio di induzione elettromagnetica per somministrare calore alle pentole impiegate per la cottura dei cibi.

Come funzionano i fornelli a induzione?
Al contrario dei classici fornelli, un piano di cottura a induzione non necessita del gas per funzionare ma è azionato da energia elettrica alternata che viene trasmessa a una bobina coperta da un materiale che di solito è vetroceramica. La corrente elettrica che fluisce nella bobina produce un campo magnetico che a sua volta dà luogo a correnti parassite che vedono la corrente elettrica indotta dissiparsi sotto forma di calore. E’ con questo calore che si verifica la cottura dei cibi.

Fornello a induzione – Vantaggi

• Design interessante
• Rendimento dei piani cottura a induzione pari al 92%. Per intenderci, 1 litro d’acqua arriva a ebollizione in soli 3 minuti.
• Assenza di dispersione termica.
• Facilissima da pulire.
• Nessun rischio legato a fughe di gas.
• Zone di cottura dotate di riconoscimento automatico delle pentole: si attivano solo in presenza del pentolame grazie al fondo magnetico (ferroso). Per lo stesso motivo molte pentole da cucina non sono adatte ai fornelli a induzione.
• La parte di vetroceramica che circonda la zona di cottura resta fredda, non ci sono rischi di scottature.
• Cottura più uniforme grazie alla distribuzione omogenea del calore.
• Possibilità di regolare la temperatura di cottura.
• Con le cucine a induzione di nuova generazione è possibile selezionare tra una serie di programmi di cottura adatti per ogni ricetta (brasati, brodi, arrosti…).
• Con le cucine a induzione di nuova generazione è possibile fare a meno della kappa: alcuni modelli presentano degli aspiratori incorporati che evitano la dispersione di fumi e vapori di cottura con un immediato aspiraggio.

 

Fornello a induzione – Svantaggi

• Prezzo d’acquisto più elevato rispetto ai classici piani di cottura a gas.
• Parte del pentolame dovrà essere sostituito: la gran parte di padelle antiaderente hanno rivestimento in alluminio (quindi non sono calamitate e non attivano le bobine), così come la moka del café in alluminio.
• Non attivano le bobine neanche le pirofile in vetro, i tegami in rame o ceramica e le pentole in terracotta.
I•  fornelli a induzione richiedono una discreta quantità energetica. La spesa legata ai consumi elettrici è paragonabile a quella legata al metano per i fornelli a gas ma c’è il problema che gli impianti elettrici standard prevedono una fornitura da 3,3 kW.

IMPORTANTE:
Per utilizzare i fornelli a induzione l’utente sarà costretto a chiedere al proprio gestore energetico di ampliare la copertura passando a un contratto da 3,3 kW a 4,5 o 6 kW. Un singolo fornello a induzione, posto alla massima potenza, può arrivare ad assorbire 3300 w di energia elettrica.

 

La Marcigaglia spa progetta e realizza abitazioni generalmente fornite da utenza gas servita fino alla zona cucina e una utenza elettrica standard da 3 kW, facilmente ampliabile a 4,5 o 6 kW in base alle esigenze.

Hai trovato l'articolo interessante?
Condividilo ora.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email

Potrebbero interessarti ...

CONTATTACI

Compila il modulo e verrai ricontattato per ricevere tutte le informazioni richieste e, se lo vorrai, potrai prenotare una visita per visitare i nostri immobili.