Marcigaglia, costruzioni firmate

Scale: come progettare una scala lineare o a chiocciola – Obblighi minimi da rispettare

Quali sono i requisiti minimi per progettare una scala?

La Regione Veneto, nell’ Allegato B (articolo 19) alla Dgr n. 1428 del 06 settembre 2011, detta alcune prescrizioni minime obbligatorie che devono essere rispettate per progettare sia le scale lineari sia le scale a chiocciola.

Estratto dell’ Art. 19 – Scale (obblighi minimi)

• MARCAGRADINO ANTISCIVOLO A CONTRASTO CROMATICO
Negli edifici residenziali almeno le scale ad uso comune e tutte quelle presenti negli edifici privati aperti al pubblico devono avere i gradini dotati di marcagradino antiscivolo a contrasto cromatico leggibile su ciascuna pedata che le compone. La segnalazione a contrasto cromatico vale anche per dislivelli formati da un solo gradino ed in generale per qualsiasi dislivello.

• LARGHEZZA MINIMA e TIPOLOGIA PEDATE

1) Nelle nuove costruzioni 
– scale ad uso comune: cm 120 x 30
– scale interne alle unità abitative: cm 100 x 25

2) Nelle ristrutturazioni
– scale ad uso comune: cm 100 x 30
– scale interne alle unità abitative: cm 80 x 25

• GRADINI IRREGOLARI (A VENTAGLIO)
Deve essere sempre  garantita e dimostrata la possibilità di inscrivere, nelle pedate trapezoidali o triangolari, un rettangolo delle dimensioni prescritte sopra.

Scarica gli Allegati grafici
“Criteri progettuali scale Regione Veneto Allegato B”

Nota 1 – DM 236 del 14/06/1989


Altri Criteri Progettuali sono contenuti nell’articolo “8.1.10 Scale” del
Decreto Ministeriale 14 giugno 1989, n. 236
“Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamentoe dell’eliminazione delle barriere architettoniche.”

Estratto articolo 8.1.10 Scale …

• Larghezza

Le rampe di scale che costituiscono parte comune o siano di uso pubblico devono avere una larghezza minima di 1,20 m, avere una pendenza limitata e costante per l’intero sviluppo della scala.

• Rapporto Alzata – Pedata
I gradini devono essere caratterizzati da un corretto rapporto tra alzata e pedata (pedata minimo di 30 cm): la somma tra il doppio dell’alzata e la pedata deve essere
compresa tra 62/64 cm.

• Profilo
Il profilo del gradino deve presentare preferibilmente un disegno continuo a spigoli arrotondati, con sottogrado inclinato rispetto al grado, e formante con esso un angolo di circa 75°-80°. In caso di disegno discontinuo, l’aggetto del grado rispetto al sottogrado deve essere compreso fra un minimo di 2 cm e un massimo di 2,5 cm.

• Segnali per non vedenti
Un segnale al pavimento (fascia di materiale diverso o comunque percepibile anche da parte dei nonvedenti), situato almeno a 30 cm dal primo e dall’ultimo scalino, deve indicare l’inizio e la fine dellarampa.

• Parapetto e Corrimano
Il parapetto che costituisce la difesa verso il vuoto deve avere un’altezza minima di 1,00 m ed essere inattraversabile da una sfera di diametro di cm 10.
In corrispondenza delle interruzioni del corrimano, questo deve essere prolungato di 30 cm oltre il primo e l’ultimo gradino.
Il corrimano deve essere posto ad una altezza compresa tra 0,90/1 metro.
Nel caso in cui è opportuno prevedere un secondo corrimano, questo deve essere posto ad un’altezza di 0,75 m. Il corrimano su parapetto o parete piena deve essere distante da essi almeno 4 cm.

Scale Private
Le rampe di scale che non costituiscono parte comune o non sono di uso pubblico devono avere una larghezza minima di 0,80 m.
In tal caso devono comunque essere rispettati il già citato rapporto tra alzata e pedata (in questocaso minimo 25 cm), e la altezza minima del parapetto.

Nota 2 – UNI 10803 E UNI 10804

Ulteriori prescrizioni tecniche sono contenute nella norma tecnica UNI 10803:199 e 10804:1999 “Scale prefabbricate – Rampe di scale a giorno – Dimensioni e prestazioni meccaniche” il quale in uno specifico punto prescrive che:

Ogni rampa deve avere un numero massimo di 15 gradini”

Hai trovato l'articolo interessante?
Condividilo ora.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email

Potrebbero interessarti ...

CONTATTACI

Compila il modulo e verrai ricontattato per ricevere tutte le informazioni richieste e, se lo vorrai, potrai prenotare una visita per visitare i nostri immobili.